Rischio idro-geologico - Terchio

Vai ai contenuti

Menu principale:

Rischio idro-geologico

Il nostro NO perché....

Rischio idro-geologico

Al punto - 2.2.2.6 della SIA del progetto "Piano Stralcio Assetto Idrogeologico dell’Autorità di Bacino del Fiume Magra" si legge quanto segue: "Per quanto riguarda la pericolosità geomorfologica del sito, tutte le opere sono collocate al di fuori di aree di pericolosità PG2, PG3 e PG4 (Figura 6)."

Se si va a vedere invece il Piano Strutturale del Comune di Pontremoli (supporto geologico - tavola 1.7 NE – "Carta della pericolosità geomorfologica") è evidente che tutto l'alveo del torrente Rio Terchio è classificato come G4 (a pericolosità geomorfologica molto elevata), ad indicare pericoli di frane di entità più o meno consistente, e che tutte le zone limitrofe sono classificate come G3 (a pericolosità geomorfologica elevata).

Ricordiamo a tutti che il 25 Ottobre 2011 la Lunigiana è stata oggetto di una devastante alluvione. Anche la Valdantena è stata duramente colpita  come dimostrano le numerose frane che ci hanno interessato, prima fra tutte quella che ha causato la distruzione e chiusura della strada provinciale SP 42 che dalla statale della Cisa (SS62) porta al passo del Cirone e che collega due province (Parma e Massa-Carrara) e due regioni (Toscana-Emilia Romagna) proprio all'altezza dell'abitato di Pracchiola (vedi foto sotto).

Da: Piano Strutturale del Comune di Pontremoli (supporto geologico - tavola 1.7 NE – "Carta della pericolosità geomorfologica").


Frana del 25/10/2011 nei pressi di Pracchiola sulla strada provinciale SP42 che dalla statale della Cisa porta al passo del Cirone e scolletta in Emilia-Romagna.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu