Perché segnalare - Terchio

Vai ai contenuti

Menu principale:

Perché segnalare

Osservatorio del paesaggio Toscano

Perché è importante segnalare?
La Convenzione Europea del Paesaggio assegna un ruolo fondamentale alla PARTECIPAZIONE degli attori territoriali ed alla consultazione della cittadinanza nella individuazione e valutazione dei paesaggi, quali loro luoghi di vita. E' importante FARE LE SEGNALAZIONI perchè a noi cittadini spetta per primi la salvaguardia del territorio e dei nostri beni paesaggistici. E' la prima volta che i cittadini vengono chiamati a partecipare in prima linea alla definizione degli elementi del paesaggio/territorio, sia in positivo che in negativo. Possiamo così definire zone importanti che necessitano più politiche di tutela e valorizzazioni o invece denunciare danni al nostro paesaggio. Più segnalazioni ci sono relative ad un territorio più dimostriamo che quel territorio è VIVO e che ci sono persone che lo difendono e che VI SI IDENTIFICANO. In questo senso le segnalazione effettuate sul sito saranno un punto di partenza per gli enti per sviluppare politiche di tutela, di valorizzazione del paesaggio e nel caso di criticità, per sviluppare eventuali politiche di risanamento. I cittadini possono essere parte attiva nella definizione di queste politiche di gestione. Quindi in casi come la Lunigiana, un territorio spopolato, caratterizzato da una popolazione per lo più anziana, se non ci saranno tante segnalazioni sarà considerato un territorio ABBANDONATO, meno importante di altri, e che sarà preso meno in considerazioni dalle future politiche di gestione per la tutela, per la promozione e la valorizzazione del territorio. Mentre un territorio con tante segnalazioni, al contrario apparirà VIVO e importante per la popolazione che ci abita e che manifesta quindi un interesse alla sua gestione.

Come fare una segnalazione
Tutti possono contribuire alla conoscenza e gestione del paesaggio toscano aggiungendo le proprie
segnalazioni. Ogni cittadino, o gruppo di cittadini (comitati, associazioni etc), può segnalare

  • luoghi della città e del territorio, famosi o ignorati, storici o contemporanei, che considera preziosi perché capaci di migliorare la qualità delle esperienze di vita di tutti.

  • luoghi, o oggetti, che ritiene responsabili di un degrado della qualità del territorio e per i quali è necessario progettare azioni di miglioramento e riqualificazione.

  • azioni e comportamenti, che qui abbiamo definito pratiche, pubblici e privati, piccoli o grandi, evidenti o sconosciuti che contribuiscono a trasformare, in meglio o in peggio, la qualità dell'ambiente di vita delle persone.

È possibile produrre segnalazioni localizzate rispetto a tre temi di interesse:

  • i beni del paesaggio

  • le buone pratiche del paesaggio

  • i danni al paesaggio.

I beni del paesaggio sono luoghi, o oggetti, o insiemi di oggetti che il segnalatore ritiene preziosi per la qualità del paesaggio, e per i quali si ritiene necessaria un'azione di tutela e valorizzazione. Le buone pratiche del paesaggio sono azioni, o politiche pubbliche, o progetti, che portano un miglioramento nella qualità del paesaggio e possono servire come riferimento per altre azioni simili. I danni al paesaggio riguardano luoghi, immobili, contesti urbani o rurali di cui il segnalatore lamenta una perdita di valore paesaggistico e per i quali ritiene necessaria un'azione di ripristino o anche di riqualificazione.
Possono venire segnalati anche azioni, progetti o politiche pubbliche che avviano o determinano un impoverimento degrado della qualità del paesaggio o dei beni comuni o risultano inefficaci o addirittura dannose quando si propongono di tutelare e valorizzare il paesaggio"

 
Torna ai contenuti | Torna al menu